Potter Is The Way ϟ
Now Playing Tracks

Perdo tutti. Tutti si stancano di me prima o poi. Che senso a conoscere nuove persone se tanto poi si dimostrano uguali a tutte le altre persone che conosci? Se ti si attaccano addosso quando non conoscono nessuno per poi dimenticarsi di te quando trovano qualcuno migliore di te? Se sono disponibili solo se sanno che potranno sfruttarti in futuro? Perché mi fido sempre ciecamente delle persone?

Ringrazio te, Shakespeare, per avermi insegnato che non devo rovinare mai il mio presente per un passato che non ha futuro. Poi ringrazio te, Bukowski, che anche se amavi l’alcol, hai detto che se non si ha l’amore non si ha un cazzo. Grazie a Morrison ho capito che non è forte chi non cade, ma chi cade e sa rialzarsi. Ah ma ci sei anche tu, Oscar Wilde, grazie per avermi insegnato che a volte è meglio stare in silenzio e sembrare stupida che aprire bocca e togliere ogni dubbio. E voi? Chi ringraziate?

(via track-seven)

ringrazio J.K.Rowling perchè mi ha insegnato la forza dell’amore e dell’amicizia. ringrazio Vanessa Diffenbaugh perchè mi ha insegnato che anche chi non ha mai ricevuto amore può amare senza confini. ringrazio Zafòn che mi ha fatto credere nella magia. ringrazio tutti gli scrittori che mi hanno fatto emozionare.

(via fremitoimprovviso)

Ringrazio rick riordan che mi ha insegnato che essere malatti significa essere speciali, ringrazio Bukowski che nonostante amasse l’alcool ha capito tutto dalla vita e infine ringrazio Anna Frank che con il suo diario mi ha fatto capire che l’uomo è un essere orribile e che c’è sempre speranza.

(via lacidadellaportaaccanto)

Io ringrazio Alessandro Baricco per avermi fatto amare le parole come si può amare un’opera d’arte, ringrazio Nicolai Lilin che mi ha fatto capire che anche se si può sembrare cattivi in fondo ci sono sempre delle convinzioni giuste, ringrazio Vasco Brondi che mi ha insegnato il valore di parole sconosciute.

(via lucemorta)

Io ringrazio Suzanne Collins per avermi insegnato a ribellarmi alle ingiustizie, sempre, e che anche nel più difficile dei periodi bisogna ricordare che le cose andranno meglio, e continuare a combattere. Ringrazio anche Chbosky per avermi fatto capire che non c’è niente di sbagliato a chiedere aiuto e che non si deve mai giudicare uns persona perché non sai quello che ha passato, e forse non lo sa neanche lei.

(via nonsonomailpostodinessuno)

Io ringrazio Alessandro D’Avenia,che mi ha fatto capire che non sono sola. Che ho sempre qualcuno a cui appoggiarmi che mi vuole bene. E che tutto,prima o poi,si sistemerà.

(via isognifuorienoinelcassetto)

Io ringrazio Haruki Murakami, che mi ha fatto capire che nonostante il nostro essere ordinari, siamo comunque straordinari, che spesso ci innamoriamo di alcune persone solo perché ne abbiamo bisogno e siamo soli in quel momento, e che saremo tutti dimenticati un giorno, ma non importa, perché quelli che amiamo ci ricorderanno. Siamo finalmente liberi di ballare da soli in mezzo ad un campo da baseball.

(via luoghimpossibili)

Io ringrazio Stephen Chbosky perché è riuscito a farmi sentire speciale. ringrazio Franz Kafka perché le sue parole indirizzate al mio stesso nome mi hanno fatto stare bene, perché mi ha descritta come nessun altro è riuscito a fare:una persona completamente rispecchiata dal suo nome, una persona difficile e probabilmente forte.

(via portamiacontarelestelle)

Io ringrazio chiunque abbia scritto o stia scrivendo un libro, perché anche se non lo sa, ha salvato e sta salvando la vita di molte persone, anche meglio di un eroe.

(via chiarahhh)

Io ringrazio tutti gli scrittori.
Perché se non ci fossero stati i miei libri preferiti non sarei quella che sono adesso e ringrazio anche i ministri che mi stanno facendo compagnia in questo periodo di un mio cambiamento personale!

(via velenodentro)

Io ringrazio Kersten Gier, perché con il suo libro mi ha aiutata a voltar pagina da un brutto capitolo della mia vita, a ricominciare a ridere e sperare. Ringrazio Einaudi perché le sue composizioni sono il ritornello preferito del mio cuore. Ringrazio King, e il suo nome dice tutto. Ringrazio tutti quelli che ancora comprano libri e che amano l’odore della carta sgualcita. Ringrazio chi sfoglia le pagine, anziché un tablet. Ringrazio tutti gli scrittori, dilettanti, o professionisti: che alla fine, siamo tutti scrittori. Narriamo le nostre emozioni, e quindi grazie, grazie a tutti voi.

(via restiallepaure)

Io ringrazio ogni singolo scrittore, perché anche nel suo piccolo, fa qualcosa di enorme. 

(via scrivereperliberarsi )

Io ringrazio voi. Perchè siete voi.

(via ci-si-abitua)

Ringrazio Sandrina perché é la voce del mio cuore. perché lei canta e io sto bene. perché “il nostro non é un rapporto morboso ma amoroso” proprio come ha detto lei. perchè ne ho bisogno e lei a modo suo c’é.
Ringrazio Fabio Volo per aver messo ogni mio pensiero e stato d’animo nei suoi scritti. per avermi permesso di avere un ricordo di una cosa in comune con Lui che se n’è andato.
Ringrazio Mark Zucchina perché nel suo social di merda ho conosciuto la mia migliore amica. Ringrazio Tumblr, il suo inventore, sua madre, sua nonna perché senza di loro non ci sarebbe stato tutto questo mondo qui per noi.
❤️

(via infiniteattese) Io ringrazio Cassandra Clare che con la sua stupefacente fantasia mi ha fatto mettere le dita tra i capelli e ho rischiato di piangere ma alla fine il sorriso mi è sempre tornato. Ringrazio tutti quegli scrittori sconosciuti che conoscono solo poche persone, quelli che molti credono scarsi ma che sanno regalanti emozioni forti quanto i “grandi”. Ringrazio anche tutti quei cantanti che con le loro canzoni ti alleviano un po’ di dolore, come una pagina del tuo libro preferito. E ovviamente ringrazio tumblr, tutti i blogger come me e anche tutte le persone che stanno dietro a questo sito. Grazie, di cuore (via youonlylie)

Ringrazio gli scrittori, li ringrazio di esistere, di farmi vivere infinite vite, situazioni, emozioni. Non so dove sarei e come sarei senza i libri. Li ringrazio con tutto il cuore.

To Tumblr, Love Pixel Union